Seguici su: FacebookTwitter

imagesCA7KWEYEIncredibile, ma vero: quest'estate i giornali si sono occupati anche di arte e cultura, oltre che di maltempo, di calciomercato e di "guerre a pezzetti", come le ha definite Papa Francesco con la sua inimitabile capacità espressiva.

Gaza bombardataSulla vicenda Gaza, amici del PD di Monza, vi prego non deludetemi. Abbiate il coraggio di andare oltre le garbate opinioni, ed esprimere una condanna su questo evidente massacro di innocenti da parte israeliana. 

muro gazaLeggo con interesse l’articolo dello scrittore israeliano Abraham Yehoshua pubblicato sul nostro sito. Lui auspica in sostanza che, nei confronti di Hamas, ci sia un atteggiamento di “riconoscimento” di essere un nemico, con il quale intavolare trattative, o fare la guerra in campo aperto, e non chiamarlo più terrorista.

povertàI dati Istat ci consegnano la fotografia di un’Italia che si impoverisce sempre di più. Nel 2013 le persone in povertà relativa (la soglia è pari a 972,52 euro per una famiglia di due componenti) sono il 16,6% della popolazione (10 milioni 48    mila persone), quelle in povertà assoluta il 9,9% (6 milioni 20 mila).

Non è vero che l’economia sia una scienza triste. Triste è toccare con mano che la buona teoria economica esiste e viene usata, negli Stati uniti, per la  crescita, l’occupazione e il benessere nello stesso momento in cui altrove, in Europa, a scanso di equivoci, essa viene ignorata. Ignorata a favore di una ideologia chiamata volta a volta austerità, riforme strutturali, flessibilità del mercato del lavoro. E via ingannando.

Abraham YehoshuaUna nostra iscritta, tornata di recente da un viaggio in Israele e Palestina, dal quale ha portato con sè, pur nella complessità straordinaria della vicenda, quello che definisce “un bellissimo ricordo dei rapporti, certo non generalizzabili, tra israeliani e palestinesi”, ci segnala questo articolo di un grande scrittore israeliano che offriamo come contributo di riflessione su di una questione tanto complessa da sconsigliare certezze assolute su come affrontarla.

PartecipazioneLo dice Gaber in una vecchia canzone ed è del tutto condivisibile, specialmente in questi tempi in cui gli spazi di partecipazione dei cittadini alle scelte politiche del nostro Paese, che si manifestano anche attraverso le elezioni di nostri rappresentanti, si vanno man mano riducendo. Sono del tutto condivisibili quindi da parte mia, due importanti interventi in tema di riforme elettorali dei due costituzionalisti Michele Ainis e Alessandro Pace, comparsi in questi giorni rispettivamente sul "Corriere della Sera" e sul "Fatto Quotidiano".

Rampi-roberto mb

Non dobbiamo avere paura del privato, perché chi investe e scommette sul patrimonio di questo paese, sta facendo un atto pubblico. Dobbiamo fare in modo che questi investimenti e che queste risorse generino nuove risorse. È davvero in corso una svolta rispetto all’attenzione verso la cultura e alla cultura come centro dello sviluppo.

semestre copyI principali quotidiani nazionali e i tg di questi giorni aprono con notizie sulla Presidenza Italiana del Semestre Europeo: soltanto bei discorsi o una grande occasione da non sprecare? La risposta giusta potrebbe essere: DIPENDERA' SOPRATTUTTO DA NOI. Dal 1 luglio al 31 dicembre l'Italia è il Presidente di turno del Consiglio dell'Unione Europea, il tavolo attorno al quale siedono i capi di governo dei diversi paesi.

zavattari copy copyIn queste settimane sembra che lo sport nazionale  - o, meglio, …  "cittadino" - sia diventato quello di sparare fandonie (sarà forse perché l’Italia del calcio è uscita dai mondiali …). Sono comparse, infatti, sulla stampa locale, dichiarazioni di quelle vecchie volpi della politica che sono state nelle stanze dei bottoni fino a due anni fa e che ora hanno la faccia tosta di riciclarsi come paladini dei cittadini o mammolette innocenti. Sembrano cioè aver perso la memoria sulle loro gravi responsabilità nel non aver vigilato e controllato sulla pessima esecuzione di certi lavori pubblici.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?