Seguici su: FacebookTwitter

referendum inutileAndando all'incontro sul referendum pensavo ai miei conoscenti sicuri sulla posizione da tenere: “Ci si astiene! il PD è sempre stato contrario a questo referendum! Perché Gori e alcuni Sindaci ora sono per il Sì?“. Immaginavo di non trovare i miei conoscenti all'incontro e questo articoletto è stato scritto pensando al loro.

europaSono mesi che si discute sul ruolo dell’Europa, sul significato stesso dell’Europa mentre molti politici dei vari paesi aderenti fanno a gara a “sfiduciare”, a gridare al nazionalismo, al sovranismo. Dibattiti, discussioni, slogan, battaglie e poi? E poi succedono i fatti di Dortmund!

logo pdDa quando sono bambina ho compreso che esistono due tipi di silenzio. Un silenzio dettato dalla paura, dalla timidezza, dalla sottomissione. Un silenzio dettato dal giudizio. Il silenzio che giudica e che vale più di mille parole. Un po’ come quando da ragazzina, dopo averne combinata una delle mie, a tavola regnava il silenzio. In particolare quello di mio padre. Un silenzio che significava tante cose ma soprattutto: mi hai deluso.

Logo Giovani DemocraticiNella nostra società i giovani vengono sempre definiti come il futuro, molte volte però, finiscono irrimediabilmente abbandonati a se stessi, c'è fortunatamente qualcuno che in questa speranza continua a credere nonostante le tante avversità.

logo pdChe dire, l’impressione è quella di un partito decisamente fuori onda, con le vecchie avanguardie paragonabili ad antichi messaggeri inviati dalle aristocrazie nel campo nemico per trattare un accordo in luogo dello scontro.

logo pdCaro Matteo, caro segretario

Ieri ero presente come delegata di Monza alla Assemblea Nazionale del Partito Democratico. Forse l’Assemblea più difficile sia psicologicamente che politicamente a cui abbia mai preso parte da quando sono tesserata al Pd.

logo pdIl Partito Democratico di Monza e Brianza si è riunito sabato mattina. La discussione ci ha portato a scrivere un breve appello sulla situazione attuale.

logo pdL’aggressività che registro oggi sui social network da parte di persone che conosco nel privato e che sono tranquilli padri o madri di famiglia o la facilità con la quale le istituzioni democratiche vengono denigrate anche da insospettabili colleghi e amici, non è forse lo stesso humus nel quale i regimi autoritari hanno attecchito nella prima metà dello scorso secolo?

dalema speranzaCaro compagno Massimo, Pierluigi, Roberto e cari rappresentati della minoranza Dem, mi rivolgo a voi con quel senso di smarrimento e di rabbia che è tipico di chi, svegliatosi improvvisamente da un lungo incubo notturno, non riesca a capacitarsi che la realtà possa essere ancora più brutta.

Basta un sìA pochi giorni dal voto referendario, mi è naturale ripensare”al prima”, cioè al vissuto della lunga esperienza del Comitato del Sì monzese e al dopo… cosa può succedere il fatidico 5 dicembre.

Faceva caldo… molto caldo, quando iniziò l’avventura referendaria.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?