Seguici su: FacebookTwitter

pillole-dimagranti-1La Presidente Paciello ricorda l’anniversario della morte dell’Onorevole Aldo Moro e la giornata della memoria delle vittime di mafia.
Inizia la fase preliminare: la parola ai consiglieri, agli Assessori e al Sindaco.

9 MAGGIO 1978: MORO ED IMPASTATO Marinoni (PD) ricorda Moro ed Impastato, due uomini che hanno lottato per l’affermazione della legalità e della buona politica.

Traina (IDV) ricorda la figura di Giuseppe Impastato, giornalista che lottò contro la mafia, che aveva presente anche in famiglia.

IN RICORDO DI LUIGI SIRONI Villa (LEGA) e Cons Confalonieri ricordano Luigi Sironi, consigliere di circoscrizione, spentosi a circa 90 anni.

Maffè (PDL) si associa al ricordo dell’onorevole Aldo Moro e del Consigliere di circoscrizione Luigi Sironi.

PROGETTO RAINBOW Gerosa (SEL) presenta il Progetto Rainbow. Bando internazionale per la produzione di cortometraggi contro l’omofobia da parte dei giovani europei.

MOZIONE “CONSULTA DELLO SPORT” Monteri (PD) presenta una mozione sulla “Consulta dello sport”. “Considerato che è stata ufficialmente costituita la Consulta dello sport e c he è stato adottato un regolamento che ne stabilisce modalità di funzionamento [… ]si richiede al Signor Sindaco o al suo delegato allo sport quali sono stati i criteri di scelta dei comportamenti della consulta nonché le modalità di coinvolgimento e partecipazione delle società monzesi alla scelta dei rappresentanti. Qual è la durata in carica dei componenti della consulta e le modalità di pubblicazione delle sedute e degli atti ad essa riconducibili, visto che sul sito del Comune ad oggi non compare nulla”.

40 MONZESI COMMEMORANO MUSSOLINI Lamperti (PD) esprime il suo sdegno a seguito dell'articolo di Laura Marinaro pubblicato su MBNews “circa la partecipazione di 40 monzesi alla commemorazione in onore di Mussolini tenutasi lo scorso 28 aprile a Predappio: non è stata una simpatica gita fuoriporta, non esiste un Fascismo buono e un Fascismo cattivo. Il Fascismo è stato un triste capitolo della Storia di questo Paese, è stato antisemitismo, razzismo, violenza, odio e discriminazione”.

DEGRADO E SUPERALCOLICI Riga (PDL) presenta una raccomandazione all’Ass. Confalonieri riguardante via Bergamo, dove vi sono problemi di ordine pubblico e viabilistico. Denuncia il consumo smodato da parte dei giovani di superalcolici, venduti a prezzi molto bassi.

Ass. Longoni informa l’impegno della Giunta per toccare questa problematica anche con il progetto “Drugs on street”.

DOPPI INCARICHI Fuggetta (Mov 5 stelle) ricorda la biciclettata effettuata a Milano per poi trattare il tema della difficile mobilità nella città di Monza. “Non abbiamo visto ancora nulla sulle domeniche senza auto, il Consiglio si è espresso, ma la Giunta non ha ancora fatto nulla. Nessuna legge prevede incompatibilità tra Consigliere Comunale e Ass. Provinciale o che vieta ad un Cons. comunale di fare anche il Senatore, ma il Paese chiede un cambiamento culturale ed è per questo che Mov 5 stelle ha fatto una richiesta alla Sassoli e a Mandelli di scegliere e di fare una scelta di cambiamento”.

S.O.S. ALLE FORZE DELL’ORDINE … MA NON SUBITO! Piffer (CM) sottolinea che “le forze dell’ordine non possono essere le prime figure per risolvere i problemi, esse devono esserci, ma in ultima istanza”.

Sindaco c’è preoccupazione per alcuni fenomeni che dilagano in città (ma non nascono ora e non sono limitati alla nostra città).Il problema esiste e come tale va affrontato. Pensare che debba essere solo l’Amministrazione comunale ad affrontare e a risolvere i problemi è un ‘immagine sbagliata: noi possiamo collaborare e lo stiamo facendo, chiamiamo tutti alle proprie responsabilità, nessuno escluso. La situazione di piazza Cambiaghi ed il fenomeno ed andato via via aumentando. L’annunci che Villa Reale diventerà rappresentanza di Expo 2015 è 1 ottima notizia! Lo è per la città e per tutti i cittadini Ass. Longoni “attiveremo tutta una serie di progettualità che fanno rete, fanno sistema, assieme agli stakeholder” 9 maggio 2013

Oggetto 64 Riscossione acconto Tares.

Termina la fase delle domande, si apre la fase della discussione generale. Valtolina (PD) “La riscossione dell’acconto Tares è un oggetto non politico, ma di cassa e di sopravvivenza, necessario, che ci permette di mettere un tampone a quella che è una situazione molto di difficile per i Comuni. Bisognerà cercare di comunicarlo e spiegarlo in modo semplice ed adeguato ai cittadini”.

Fuggetta (Mov 5 stelle) “aumentiamo la pressione fiscale a Monza senza migliorare i servizi ai cittadini”.

Piffer (CM) “siamo chiamati a dare un giudizio su come distribuire questa nuova tassa. La giunta ci propone 3 rate e il saldo a dicembre. Condivido questa scelta, la percezione del cittadino non verrà alterata, anche se le rate fossero numericamente differenti. Il saldo finale potrà essere rateizzato”.

Martinetti (Una Monza x Tutti) “il cittadino si sta rendendo conto che sta pagando sempre di più ed ottiene sempre meno, come quando si scende per portare la spazzatura al lunedì. Cosa cambierà con la Tares? Farò il possibile affinché tutti i cittadini sappiano che in questo momento è inevitabile”.

Sindaco Scanagatti “Voglio esprimere il ringraziamento ai tutti i consiglieri ocm8nali per il tono della discussione generale e del confronto, che merita di essere sottolineato. Colgo le sollecitazioni formulate sul tema della riduzione dei rifiuti: se riuscissimo ad affrontare il problema alla radice il problema si abbasserebbe drasticamente. Abbassamento consapevole dei rifiuti, perché oggi i rifiuti si abbassano perché si consuma meno a causa della crisi. Stili di comportame4nto più sostenibili devono aiutare all’obiettivo della riduzione.”

Dichiarazioni di voto:

Sala (PD) “Esprimiamo un voto favorevole, rimarcando con forza che l’impegno che dovremo prendere tutti sarà quello di efficentare e razionalizzare le spese amministrative. Dovrà essere fatto con coraggio e il tema dei rifiuti è una palestra ottima da sfruttare per dare forza alla nostra amministrazione”.

VOTAZIONE 29 votanti 27 favorevoli 2 astenuti: Mariani e Villa (Lega)

Ogg. Messa in liquidazione della Società Scenaperta.

PARERE COMMISSIONE BILANCIO La Commissione Consiliare Bilancio e Tributi- economato-società partecipate-spending review nella seduta del giorno 9 maggio 2013 ha espresso parere favorevole alla proposta di deliberazione relativa a “indirizzo favorevole allo scioglimento e messa in liquidazione della società Scenaperta Spa e all’affidamento all’azienda speciale SCUOLA P. BORSA delle gestioni teatrali”.

Favorevoli: PD, IDV, CP (Lista Faglia), CM, Una Monza X tutti, Lega Nord, Mov 5 stelle, insieme X Monza futura. Contrari: 0 Astenuti: PDL Assenti: Sel

ILLUSTRAZIONE DEL’OGGETTO.

Sindaco Scanagatti illustra l’oggetto. “E’ necessario contestualizzare un momento: quando si è deciso di avviare Scenaperta. Eravamo sotto l’Amministrazione Faglia e si prospettava il cambio della destinazione d’uso del Teatro Manzoni. Nasce da qui l’idea di arrivare, in un contesto in cui c’era la necessità di arrivare all’acquisizione del Teatro da parte dell’Amministrazione (per garantire la stagione teatrale). Stavamo arrivando al completamento dell’Urban Center con la presenza di un nuovo teatro (Binario 7). Bisognava trovare una modalità per gestire questo patrimonio indipendente da parte del Comune stesso (non dal punto di vista dei contenuti).

Sulla base di quelle valutazioni si era ritenuto di aprire la società Scenaperta (avvio della società nel 2005). L’avvio della stagione teatrale del Binario 7 non ha portato una riduzione delle presenze degli spettatori al Manzoni, ma gli spettatori si sono aggiunti ( evidentemente) la qualità dell’offerta culturale in città ha portato a risultati significativi). Una delle attività che Scenaperta avrebbe dovuto attuare era incentivare l’utilizzo delle sale e promozione di attività (sarebbero stati elementi aggiuntivi che avrebbero garantito l’acquisizione di ricavi che avrebbero potuto pareggiare i conti di gestione). Abbiamo, fino ad un certo punto, avuto uno sbilancio di Scenaperta che comunque stava all’interno di un range ed era contenuto. Poi Scenaperta ha iniziato a svolgere altre attività: gestione indiretta per l’organizzazione di Monza più e Bimbò. Dal punto di vista economico non sono stati risultati positivi. L’accensione di un mutuo pensate ha iniziato a gravare sulla società stessa. E’ evidente che ci troviamo difronte ad un bilancio di natura politica ed amministrativa, ed è un bilancio che non può dichiararci soddisfatti. Sono state delle prese di posizione importanti da parte di esponenti culturali cittadini. Avendo la perdita superata più di un terzo del capitale sociale, vi è l’obbligo di mettere in liquidazione la società (che cronicamente dimostra di essere in perdita).

Abbiamo la possibilità di far decollare la Civica Borsa (azienda speciale): corsi che si svolgono all’interno di questa scuola sono molto richiesti. La sede attuale della scuola è insufficiente, stiamo pensando ad una soluzione che potrà essere realizzata in tempi previ.

E’ un progetto che va ben oltre alla chiusura di una società, e punta a dare spunti positivi più ampi ed articolati. L’Ass. Donvito, con l’aiuto di slides, presenta la situazione di bilancio di Scenaperta.

Scenaperta s.p.a. LA SITUAZONE ATTUALE Bilancio chiuso al 31/12/2012 Perdita d’esercizio 242.337.00 Perdite pregresse 933.855.00

Il risultato subisce un tracollo ad iniziare dal 2010 e 2011. Nel 2008 il risultato di primo margine era positivo, i costi comuni denotano l’aspetto negativo (le spese amministrative, ciò che non rientrano nel contributo dei vari eventi alla formazione del risultato finale).

Ass. Montalbano “quando si è prospettata l’ipotesi della chiusura di Scenaperta si è pensato anche come proseguire, così si è immaginato di affidare un incarico esplorativo perché ci fornissero una prospettiva riguardo all’azienda speciale Borza. Ne sono usciti due scenari possibili”.

 

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?