Seguici su: FacebookTwitter

referendumCirca il Referendum costituzionale del 20 e 21 Settembre sto analizzando le diverse posizioni e non ho ancora deciso come voterò (ma di sicuro voterò ...). E di sicuro voterò anche con l’obiettivo di non contrastare il progetto politico di Nicola Zingaretti.

Certo, ripensando alla Riforma costituzionale del 2016 e al successivo Referendum, mi sorprende il ribaltamento delle posizioni, per esempio dell’ANPI; ricordo perfettamente quando gli esponenti dell’ANPI, durante i dibattiti, dicevano: vogliamo ridurre i costi della politica ? E’ sbagliato abolire il bicameralismo paritario, si potrebbe ridurre il numero dei parlamentari …

Oppure mi sorprende leggere oggi (Repubblica del 25 Agosto) Valerio Onida affermare: “Con il taglio (dei parlamentari) le Camere potranno funzionare meglio anche senza correttivi” e poi “Certo il bicameralismo paritario merita di essere ripensato.”

Personalmente considero importante il punto sollevato, per esempio, da Stefano Bonaccini, Valerio Onida e Tito Boeri su cosa alimenta di più l’antipolitica; Bonaccini: “l’antipolitica cresce quando la politica promette per anni cose che non mantiene”. Onida: “ il NO aggraverebbe il fossato di sfiducia che già c’è tra cittadini e istituzioni”. Boeri: “ In politica i simboli contano e molto: a maggior ragione, nella recessione più grave del dopoguerra, è doveroso dare un segnale di condivisione se si vuole evitare una ulteriore disaffezione dalla politica.”

Infine il tema della rappresentanza, su cui sono stati pubblicati dati disomogenei che ho “rimasticato” e vi propongo negli specchietti che seguono.

  Abitanti Deputati Abitanti
per Deputati
Note
Italia oggi 60.400.000 630 95.873  
Italia post-riforma 60.400.000 400 151.000  
Germania 82.400.000 709 116.220 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Bundesrat
UK 66.800.000 650 102.769 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Camera dei Lords

fonte: ANPI

 

  Abitanti Parlamentari Abitanti
per Parlamentari
Note
Italia oggi 60.400.000 945 63.915  
Italia post-riforma 60.400.000 600 100.667  
Germania 82.400.000 709 116.220 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Bundesrat
UK 66.800.000 650 102.769 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Camera dei Lords

fonte: Il Foglio

 

  Elettori Parlamentari Elettori
per Parlamentari
Note
Italia oggi 51.000.000 945 53.968  
Italia post-riforma 51.000.000 600 85.000  
Germania 61.500.000 709 86.742 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Bundesrat
UK 46.000.000 650 70.769 Solo i parlamentari elettivi,
quindi no Camera dei Lords

fonte: Boeri e Perotti

 
Io, di pirsona pirsonalmenti (come direbbe Catarella..), penso sia più logico conteggiare tutti i Parlamentari eletti. Nel nostro bicameralismo paritario perché mai dovremmo escludere i Senatori dal calcolo della rappresentanza ?Il punto centrale che ognuno di noi dovrà valutare è se, nel conteggio di come cambierà la rappresentanza e nel confronto con le altre nazioni, è corretto considerare solo i Deputati o vanno conteggiati tutti i Parlamentari eletti. Questa è infatti la ragione della differenza macroscopica tra le cifre pubblicate da ANPI e quelle delle altre fonti che ho usato.

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?