Seguici su: Facebook  Instagram  YouTube


f35 sitodifesa--400x300La “questione F-35” è come un fiume carsico: ogni tanto sbuca fuori dal nulla e con forza. Di solito quando si parla di soldi, visto che, a prescindere da come la si pensi, è fuori di dubbio che l’F-35 sia un aereo costosissimo; quasi certamente troppo costoso, in relazione a una lunga serie di considerazioni.

Se ne è riparlato nei giorni scorsi  , dopo che il Governo Monti già aveva diminuito gli ordinativi da 130 a 90 pezzi, in occasione della discussione sui tagli di spesa inseriti nel più ampio Programma di riforme presentato dal Presidente Renzi. Ma ancora una volta, da parte del Ministro Pinotti, e poi di tutto il governo e di altri commentatori, si è ripetuto lo stesso siparietto degli anni precedenti: tagliamo di sicuro, forse no, ci sono altri tagli da fare, è lecito pensarlo, vediamo, rifacciamo i conti.

Insomma, nessuna presa di posizione chiara, ottima occasione ovviamente per il M5S per mettere alla berlina Governo, Ministri e PD. È tuttavia recentissima, e devo dire molto chiara, la presa di posizione dei Parlamentari del PD in Commissione Difesa alla Camera, che trovate al link , cui si aggiunge il cosiddetto Lodo Scanu, parlamentare del PD, con cui il Parlamento sembra riappropriarsi dei propri pieni poteri decisionali in materia di spese militari, in contraddizione con le conclusioni che il Consiglio Supremo di Difesa, presieduto da Napolitano stesso, aveva presentato a luglio 2013, secondo cui “Il Parlamento non può avere diritto di veto sulle scelte relative all'ammodernamento delle forze armate, che spettano invece all'esecutivo”; conclusioni che avevano giustamente sollevato perplessità e polemiche.

È impossibile stabilire ora quale sarà la conclusione della vicenda: attori e interessi in gioco sono di primissimo piano. Vedremo se l’Esecutivo sarà in grado di coniugare le esigenze della Difesa con quelle, della Spending Review (Cottarelli potrebbe sparare bordate ben più pesanti di quelle di navi e aerei militari …). Nel frattempo, pubblichiamo una relazione aggiornata sullo stato delle cose che confidiamo possa esservi utile per farvi un’idea chiara della situazione e per chiarire perché molti insistano sulla sostanziale inutilità di un così pesante investimento.

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?