Seguici su: FacebookTwitter

monza insicuraAccoltellati in pieno giorno, a Monza, appena dietro il centro, nei giardini di via Grassi, nota meta di spaccio in città, dove – si capisce – i cani dell’assessore Arena non vengono portati a passeggio. È successo domenica scorsa al noto inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti.
Già. Questa la realtà, a Monza. Con buona pace dei petti in fuori che esibisce la giunta Allevi in fatto di sicurezza, ordine e legalità. I loro mantra, le loro parole chiave raccontate in loop e con distorsioni evidenti per mettere le mani sulla città. Ma che ora, dopo due anni e mezzo di governo, ritornano indietro e mostrano in maniera drammatica l’inadeguatezza di un’amministrazione troppo sbilanciata verso lo sfoggio di un’apparenza che si rivela vuota, vana.

Nessuna sicurezza in città. E poteva andare molto peggio. Brumotti ha ricevuto una coltellata in pieno petto e soltanto il giubbotto antiproiettile che ha saggiamente indossato ha scongiurato conseguenze più serie.
Mentre l’assessore alla Sicurezza è impegnato a comunicare sui social che hanno colto in flagranza di reato un writer e che lo hanno costretto a imbiancare un muro imbrattato, Striscia la Notizia sceglie ancora una volta Monza per i suoi servizi su degrado e criminalità (era già successo ad aprile e sempre Brumotti se l’era vista brutta con lanci di bottiglie e minacce in zona stazione).
È il caso di guardare il dito oppure la luna?

Matteo Raimondi: "Ancora una volta la Giunta targata Allevi e Co. si dimostra più attenta alla facile propaganda piuttosto che alla sostanza. È ancora una volta lo fa mettendo la nostra città alla berlina. È la seconda volta nel giro di pochi mesi che Monza si ritrova agli onori delle cronache per degrado ed insicurezza, solo che stavolta l’inviato di striscia la notizia ha rischiato grosso. Ma come, il regolamento di polizia urbana non doveva essere la panacea di tutti i mali? Fortunatamente il 2022 è vicino"

Egidio Riva: "Perché l'inviato Brumotti, a Monza per un servizio televisivo, indossava il giubbetto antiproiettile? Perché Brumotti si aggirava per i giardinetti di via Grassi in cerca di spacciatori? Ah, se ci fosse un assessore leghista in città...! Non avremmo problemi nè di sicurezza nè di spaccio!"

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?