Seguici su: FacebookTwitter

comune

Notizie dai quartieri. L'attuale Amministrazione pare essere tanto fumo e poco arrosto in tema di Partecipazione e Opere Pubbliche. Giudicate voi. 

Cominciamo dal Quartiere Libertà-Progetto Life Monza: da mesi la Consulta Libertà chiede all’Amministrazione di avere aggiornamenti in merito a questo progetto. Ricordiamo che il progetto consiste in interventi di abbattimento dell’inquinamento acustico ed atmosferico, compresa la riasfaltatura del Viale Libertà, messo a punto e fatto partire dalla ex-Amministrazione Scanagatti che partecipò e vinse un importante Bando europeo di ben 1,7 Mil. di € per il Comune. L'allora Assessore alla Viabilità Confalonieri scelse di candidare il quartiere Libertà e si recò in Consulta fin dall'inizio a presentare il progetto, condividerlo con i cittadini e raccogliere indicazioni per l'attuazione. Ebbene, subentrata la Giunta Allevi, le comunicazioni alla Consulta e ai cittadini sono sparite. E adesso, dopo aver rinviato 2-3 volte gli incontri in Consulta (uno addirittura già convocato, con tecnici e amministratori che poi non si sono nemmeno presentati, con giustificazione mai ben chiarita), senza alcun aggiornamento alla Consulta e ai cittadini, la Giunta ha annunciato in pompa magna a mezzo stampa la riasfaltatura del Viale e la chiusura ai mezzi pesanti, facendo credere che si tratti di uno degli interventi sulle strade da loro programmati e finanziati (quando invece fa parte appunto di LIFE MONZA, partito nel 2016 e che durerà fino al 2020). La mancanza di informazioni a quello che è l'organismo ufficiale di partecipazione nei quartieri, la Consulta appunto, che aveva chiesto a più riprese di essere aggiornata, la dice lunga di quanto poco l’Amministrazione Allevi creda alla Partecipazione. Silenzio assoluto da parte dell'Assessore (che mai si è presentato in Consulta a parlarne) e che quando ne parla sulla stampa non cita mai l’Amministrazione precedente. Tutto ciò è indice di incompetenza, mancanza di rispetto verso la Consulta e anche di scarsa onestà intellettuale. Bene che alcuni giornali locali lo facciano notare (non tutti ...). alcune testate online ad esempio sono smaccatamente appiattite sulla Giunta).

Questione Campo da Basket di via Tolomeo: altro esempio eclatante (ed anche sconcertante per come la vicenda si è sviluppata) di finta attenzione alla Partecipazione da parte dell’Amministrazione Allevi. Il campetto è frutto di un patto di collaborazione firmato dall’Amministrazione Scanagatti (assessorato alla Partecipazione di Egidio Longoni) con un gruppo di giovani cestisti che avevano inserito la loro proposta di progetto nello scorso Bilancio Partecipativo e poi sottoscritto appunto un patto per la manutenzione. Ebbene, subentrata l’Amministrazione Allevi, i giovani cestisti non sono mai stati interpellati per un anno intero, il campetto è stato riqualificato … Ma, … incredibile ma vero !, i canestri sono stati messi ad altezza diversa uno dall’altro (!?!?) e anche le righe del campo sono state fatte non a norma. Sulla vicenda è stata presentata un'interrogazione in Consiglio Comunale dalla nostra consigliera Francesca Pontani, senza alcuna risposta. Eppure l’Amministrazione giovedì prossimo pare che lo inaugurerà. Quindi, risposte no ma tagli di nastro sì? Del resto, un po’ di passerella e qualche selfie da pubblicare sono la loro specialità. Inaugurare un’opera che nasce dalla Partecipazione dei cittadini, che mai sono stati interpellati su un loro progetto, un’opera che ha impiegato un anno per essere fatta e che è già in funzione da tre mesi, non collaudata e pure fatta alla carlona (diciamo non a regola d’arte)! Ma con che coraggio la inaugurano? Ci sarebbe da andare all’inaugurazione per fischiare questo Un modo di fare, tutta apparenza e niente sostanza, scarsa competenza e zero informazioni. Occorre che i cittadini facciano sentire la loro voce nel sentirsi soltanto oggetti e non soggetti di partecipazione. A questo link è possibile leggere un post FB del nostro ex-sindaco Scanagatti che ha ben stigmatizzato la vicenda https://www.facebook.com/roberto.scanagatti1?fb_dtsg_ag=AdyeA61rOKJHMvjT9uUygh4fntc654R-ANv7fwR5So4C1A%3AAdwCWINq5jsyAwKzm6W8bm12KaTZCO6Env9oq-G6lOwzzA

Quartiere San Gerardo-Centro Civico e Corsi Civici: terzo esempio di un’Amministrazione che fa proclami, anche contraddittori tra loro, a seconda di cosa gli fa comodo. Sui Corsi al Centro Civico le informazioni sono contraddittorie, senza che siano state date informazioni chiare ed univoche ai cittadini e agli insegnanti da parte della Giunta. Sulla stampa sono state riportate le dichiarazioni dell’Assessore all’Istruzione Maffè che afferma che nei locali del Centro Civico verrà trasferita il Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti, ora con sede alla Confalonieri. E quindi gli spazi per i corsi civici in via Lecco verrebbero a mancare. Altre fonti riportano che invece l’Assessore alla Partecipazione Arbizzoni avrebbe detto che la scuola degli adulti andrà alla scuola Borsa, smentendo così il collega di Giunta.  Inoltre parrebbe che ci sia l'intenzione di voler mettere alla Confalonieri un non meglio precisato Ufficio/Centro culturale (al posto di questa scuola per l'istruzione degli adulti). In pratica si sfratterebbe una scuola per metterci un ufficio, così come già fatto sfrattando gli studenti dalla Biblioteca Civica per metterci un InfoPoint turistico (a soli 200 metri da quello che c’è già sotto i portici del Comune). Insomma, gran confusione, Assessori che si smentiscono a vicenda invadendo le reciproche competenze, fanno proclami e danno informazioni diverse a seconda se parlano alla stampa o alla Consulta o a gruppi di cittadini (magari loro personali elettori). Praticamente una Giunta fatta da battitori liberi, non una squadra al servizio dei cittadini. Alla faccia della Partecipazione!

Concludiamo con le novità riguardo alla festa Quartiere Centro-San Gerardo: domenica 16 settembre ci sarà la festa di quartiere ai giardini del NEI, promossa dalla Consulta. Sembrerebbe che verrà fatto anche il taglio del nastro del “camp de bocc”, un altro dei progetti del Bilancio Partecipativo della Giunta Scanagatti, iniziativa di partecipazione tanto avversata da Allevi che però non disdegna di inaugurarne i progetti e (magari con uno scenografico taglio del nastro in favore di fotografi) con autocelebrazione. Merita invece un ringraziamento l’Amministrazione precedente, in particolare l’ex-Assessore Longoni, per questo ennesimo bel progetto di autentica partecipazione, realizzato davvero secondo la volontà dei cittadini.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?