Seguici su: FacebookTwitter

centro neiLa denuncia era arrivata già la scorsa settimana. Shawn Guidi, giovane democratico, aveva denunciato su Facebook la decadente e pericolosa situazione del centro N.E.I. “Nonostante le innumerevoli richieste da parte di cittadini e studenti, – scrive Guidi – la situazione al centro N.E.I continua a peggiorare”.

“Ieri pomeriggio alcuni ragazzi seduti ai tavoli esterni si sono visti cadere a pochi centimetri di distanza dei calcinacci. – proseguiva il post della scorsa settimana di Shawn Guidi – È inaccettabile che un centro utilizzato ogni giorno da centinaia di cittadini versi in queste condizioni, l'avviso comunale sulla riparazione dei bagni, appeso ormai da mesi, è l'emblema del disinteresse da parte dell'amministrazione. Il nostro caro sindaco Allevi prometteva nel suo programma elettorale una "Monza più bella, più vivibile, più sostenibile", beh, diciamo che abbiamo due concetti diversi di cura della città”.

La presa di posizione non ha lasciato indifferente Allevi & co. che hanno cominciato, com'era prevedibile, a sistemare "il grosso". 
“Siamo felici di vedere che come per la questione condizionatori quest'estate, l'amministrazione si sia decisa di "prendersi cura di Monza" solo dopo che la situazione fosse arrivata al caso limite. – recita il post del Partito Democratico – Come aveva denunciato su Facebook una settimana fa il nostro Shawn Guidi, la situazione al centro N.E.I è ormai critica con caduta di calcinacci e bagni in disuso, ma udite udite, per l'assessore Arbizzoni é totalmente normale dire che per riparare i bagni "sarà necessario attendere ancora un po'". Cara giunta, ovviamente anche durante l'amministrazione Scanagatti i servizi igienici si rompevano, ma si provvedeva periodicamente nelle riparazioni. Dopo un anno francamente i cittadini Monzesi hanno aspettato anche troppo, se "l'ancora un po'" equivale al tempo che ci mettete per iniziare ad attuare il vostro programma elettorale, beh, abbiamo una sola domanda... tra quanto si vota?”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?