Seguici su: FacebookTwitter

martina maurizioEnergia e positività. Due sensazioni che riassumono l'intervento del Segretario democratico Maurizio Martina in calce alla Festa dell'Unità di Ravenna. Si parte da un ringraziamento ai volontari “avete indicato la via – ha detto Martina – più di tante nostre parole” e dalla vicinanza a Carlo Calenda e a sua moglie Viola.

E si continua entrando nel merito “Nei primi cento giorni di governo ci sono stati “zero fatti” ma tanti danni”. “A 100 giorni dall’inizio del governo – ha proseguito il segretario – possiamo iniziare a dire chiaramente al Paese quanta propaganda c’è dentro quell’ipotesi di governo e quanto hanno fatto. Fatti zero, danni tanti, in cento giorni. Questi che governano il Paese di fronte ai problemi non cercano la soluzione, ma il nemico. Così non si governa un Paese, ma si sfascia il Paese: stanno frantumando una comunità”.

E poi ancora la questione Ilva, i vaccini, i 49 milioni sottratti dalla Lega agli italiani, l'atteggiamento del ministro Salvini, le periferie, il premier Conte, l'Europa, l'immigrazione e il lavoro. Tanti gli argomenti affrontati. 

Per i dettagli continua a leggere sul sito di Democratica.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?