Consiglio comunaleIl bilancio di previsione 2015 del Comune di Monza, che la maggioranza ha votato all’unanimità ieri notte, ha un forte significato politico per chi si riconosce negli ideali di centro sinistra”. Con queste parole, Alberto Pilotto, segretario del Partito Democratico di Monza, commenta il consiglio comunale a oltranza di giovedì 2 luglio. E continua, entrando nel merito.

“Ideali come la “solidarietà”: chi ha un po’ di più è chiamato ad aiutare chi ha un po’ di meno.

Lo dimostrano chiaramente l'innalzamento dell'esenzione Irpef per i redditi da 15000€ a 18000€ con circa 8000 nuovi cittadini esentati. E l'attenzione ai più deboli, come si evince dall’estensione del contributo per la Tassa sui rifiuti per famiglie meno abbienti con contributi paria al 20%, 50% o addirittura 100% in funzione della fascia ISEE (prossimamente daremo i dettagli su come richiedere il contributo)”.

“E ancora, Servizi essenziali garantiti ai cittadini senza tagliare la spesa sociale per anziani e famiglie. Scelte concrete e sostenibili con investimenti oculati: con pazienza e metodo tipico dello stile brianzolo capace di evitare sprechi e opere faraoniche, si completano le opere già avviate e si investe in quelle necessarie utili per la città, quali ristrutturazione scuole e alloggi comunali, asfaltatura strade e marciapiedi, efficienza energetica edifici pubblici ed illuminazione, nuove piste ciclabili e loro razionalizzazione. Si provvede al taglio e razionalizzazione delle spese: la spending review nel 2014 è stata di 2,8 milioni con un consolidato da inizio mandato di 11,5 milioni grazie a tagli su partecipate, assicurazioni, telefonia, illuminazione, compensi e consulenze, affitti. Un buon controllo della spesa. Senza dimenticare il concorso alle spese delle famiglie: il federalismo fiscale che progressivamente riduce anno su anno i finanziamenti che arrivano dallo stato costringe anche la nostra amministrazione ad essere autosufficiente applicando tasse e tariffe che probabilmente già dal 2016 dovranno coprire al 100% le spese del Comune. Si tenga presente che gli aumenti introdotti su alcune tariffe stanno ben al di sotto della media degli altri capoluoghi di provincia analoghi al nostro. Il comune di Monza continua a concorrere ancora per milioni di euro alle mense scolastiche dei bambini, ai trasporti scolastici, alle rette degli asili nido, alle rette per gli anziani nei ricoveri coprendo per quasi il 50% il costo che le famiglie sostengono”.

Come Partito Democratico siamo convinti della bontà di questo percorso che con responsabilità e caparbietà passo dopo passo sta trasformando Monza in una città viva , attrattiva , dove sia più semplice vivere ,muoversi, incontrarsi ed avere opportunità di operare, il tutto senza mai lasciare indietro i cittadini in difficoltà”.

E l’opposizione che fa? Ovviamente vota contro... Ma soprattutto delude per l’incapacità di proporre in aula alternative possibili e credibili o stimoli per correzioni positive a beneficio dei cittadini, a tal punto da non riuscire a presentare nemmeno un emendamento ammissibile. Pare animata solo dalla volontà di fare ostruzionismo procedendo per slogan e con interventi logorroici ma senza contenuto. Qualcuno è capace anche d’intervenire per un’ora ininterrottamente pur con abilità retoriche francamente dubbie e con la pretesa di avere l’attenzione dei presenti. (chi ha tempo da perdere si guardi in streaming le registrazioni delle ultime sedute).

E per il futuro c’è ancora molto da fare per migliorare l’efficienza della macchina amministrativa del Comune, per renderla capace di tenere il passo con le direttive politiche della Giunta e del Consiglio. Alcuni Funzionari devono essere più rapidi nell’emettere bandi di gara quando necessari, e al contempo più orientati a un servizio ai cittadini di maggior qualità. Un tema su cui occorre continuare a lavorare perché un Comune più efficiente significa servizi migliori con costi minori”.  

Concetti a cui fa eco Marco Sala, capogruppo Pd in comune: “La diversa struttura del bilancio chiamato "armonizzata" in vigore da quest'anno: nuova ed innovativa che da la possibilità di una lettura contabile, la regola della competenza la creazione di fondi - che se all'inizio sembrano produrre difficoltà per le cifre impegnate - aiuteranno ad assumere una maggior responsabilità degli amministratori. Idee e fantasia dei diversi assessorati: non certo fantasia contabile ma nella capacità di trovare sia risorse diverse (fondi europei, bandi) sia modalità operative innovative come l'azione del coinvolgimento del privato. Questa modalità d'azione e' la stessa richiesta al mondo delle imprese e del lavoro idee e innovazione per poter stare sul mercato e crescere. Pur nelle difficoltà e negli impegni richiesti ai nostri cittadini si mantiene la bussola per l'attenzione alle fasce più deboli e in difficoltà. Ricordo: l'innalzamento a 18.000 euro per la fascia di esenzione dall'Irpef , la riduzione della Tari per i meno abbienti, pur nell'aumento di alcune tariffe a domanda individuale l'intervento del nostro comune e' sempre abbondantemente superiore al 50%. La garanzia di mantenere tutti i servizi alle fasce deboli in azione attualmente. E' un bilancio attento al "giorno per giorno" senza dimenticare la prospettiva progettuale dove più e' importante esserci”.

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?