villa mirabelloNell'incontro organizzato dal Circolo tematico, Roberto Scanagatti Sindaco e Presidente del Consorzio confrontandosi con le proposte del Circolo, ha avuto modo nella su relazione di dare puntuali e importanti informazioni riguardo a quanto fatto in questi anni e sui problemi ancora aperti per il Parco e la Villa

Parco

Roberto Scanagatti ha innanzi tutto fatto presente come sulla manutenzione si è passati dai 200 mila euro (2012)  dell'Amministrazione Mariani all'attuale 500 mila euro (2015) con l'assegnazione del nuovo appalto.

E' in atto un impegno complesso e delicato, come quello della ridefinizione delle affittanze per "gli abitanti del parco", cosa mai presa in mano da altri in precedenza e che tenta di rispondere anche a un concetto di legalità. Così come sono  stati riassegnati tramite appalto i "servizi" bar e altri e si sta operando per ripristinare l'info point distrutto dall'alluvione); così come si è messo mano alla ristrutturazione del Parcheggio Cavriga e all'avvio per una nuova cartellonistica mirata.

Particolare attenzione il Consorzio, lo sta dedicando ad un utilizzo "proprio" della diverse Ville e Cascine. Si prospetta problematica la soluzione per Villa Mirabellino, per l'elevato costo previsto e per il fatto che la proprietà risulta ancora del demanio; riguardo invece a Villa Mirabello è in esame un progetto di fattibilità che riguarda la presenza futura di "Un Museo del Giardino e del Paesaggio" di livello internazionale con attività espositive ma anche formative ed economiche. Ribadita anche l'importanza strategica del rapporto con il Creda per l'educazione ambientale

Sull'Autodromo, oltre a ribadire l'importanza della permanenza del nostro G.P., Scanagatti ha motivato perchè non ha voluto accodarsi all'iniziativa strumentale della raccolta firme mentre ha preferito muoversi (con il Governo) affinche si possa validare l'unica firma che conta... quella con Ecclestone.

Al proposito, il nostro Sindaco ha ribadito che riguardo all'eventualità di una entrata della Regione come proprietà anche del Parco questa dovrà essere congrua e aderente all'effettivo valore della proprietà. Nel caso di finanziamenti regionali questi dovranno essere destinati non solo per l'autodromo ma anche per il Parco.

Sull'annoso problema delle sopraelevate, c'è stato il suo impegno con il concessionario per un abbattimento, almeno di una parte ma l'appalto non lo prevede e quindi se ne dovrà riparlare eventualmente solo in occasione del suo rinnovo.

Villa Reale

Scanagatti, oltre a ricordare il suo ruolo nell'avere ribaltato la destinazione d'uso del Belvedere (ospitando la Triennale) rispetto allla ristorazione. Ha "datro i numeri riguardo al successo delle mostre espositive: De Chirico (25mila) e Mc. Curry 114 mila paganti. Così come importanti e gradite sono state le preenza del Caravaggio e di Leonardo.

Il Consorzio però,  non si è limitato ad occuparsi dell'applicazione corretta dell'attuale appalto ma si è mosso per ottenere i fondi necessari per il recupero del Teatrino e della Cappella Palatina, oltre che avviare gli interventi necessari per l'avancorte, la fontana e i Giardini della Villa.

Il Sindaco ha ribadito l'impegno anche dell'A.C. per gli interventi necessari per la Scuola Borsa e il mantenimento dell'I.S.A in Villa.. Per il futuro per le ali della Villa ancora da recuperare, ci si rifarà alle proposte del "Progetto Carbonara"

Il ruolo del Consorzio

Infine, riguardo alle sollecitazione fatte dal Circolo, sul funzionamento del Consorzio: Scanagatti pur rendedosi disponibile ad un confronto per il suo miglioramento, ha difeso l'operato della nuova struttura, che ha visto la collaborazione dell'insieme degli Enti che la compongono ed ha sostenuto che il buon funzionamento del Consorzio, non può passare che da un "governo unitario" dell'Ente che in qualità di Presidente ha garantito in qusti anni.

Un positivo confronto

C'è stata una valutazione positiva della relazione di Scanagatti, da parte di Alberto Pilotto (segretario Pd) che ne ha sottolienato la passione, i contenuti e la punutalità che Roberto ha ancora una volta dimostrato sul tema;  così come Pilotto ha riconosciuto la competenza, i contributi  e la serietà del lavoro  finora fatto dal Circolo tematico.

Circolo tematico che al termine della serata ha fatto presente come il confronto  ha  permesso di verificare molte cose positive e comuni, con qualche differenza, in particolare riguardo all'incompatibilità di alcune inziative nel Parco e in nel pratone della Villa e riguardo alle funzioni (mancanti) tecnico scientifico mancanti nell'attuale 'organico del Consorzio per una maggiore qualità dei progetti e della programmazione nel Parco.

 

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?