tpmIn Consiglio Comunale si è discusso della delibera che prevede la trasformazione della società TPM spa a Monza Mobilità srl. Le mosse di questa delibera nascono dal fatto che TPM è cambiata nel corso del tempo. Infatti con la cessione del ramo di azienda del trasporto pubblico a NET srl, TPM ha perso il proprio scopo principe che era inizialmente quello dell’esercizio del trasporto pubblico di persone, la gestione di trasporti in genere. Oggi invece il nucleo di attività della società è la gestione della sosta.

 Questo mutamento societario comporta una netta riduzione di capitale sociale da 317.305 euro al minimo necessario per le srl: 10.000 euro. La parte di questo viene appostata ad un fondo di riserva del socio unico che è il Comune, per cui non verrà utilizzata per spesa corrente, ma verrà utilizzata con raziocinio ed in funzione di necessità specifiche.

Questa trasformazione consente di snellire la società e continuare il percorso di spending review cominciato nel corso del 2013, che ha portato il consiglio di amministrazione ad avere due dei suoi tre membri, interni al comune. Si è anche pensato di introdurre un amministrare unico il quale sarà nominato dal Comune di Monza, inoltre il compenso dell’intero collegio sindacale è stato ridotto a 30.000 euro/anno ca.

Si è chiesto al consiglio di confermare le attività che, già da diversi anni, sta svolgendo TMP.

Infatti, il primo gennaio 2005 venne deciso di gestire in house la sosta senza far più uso di società private. La gestione della sosta venne così affidata a TMP. Venne poi fatto un ulteriore affidamento, in quel periodo si stavano facendo le prime sperimentazioni e di gare innovative (es. la realizzazione del sistema di videosorveglianza ormai attivo su ampie aree cittadine – Porta Monza, Ospedale –), per cui venne affidato a TPM la gestione di queste attività.

La nuova società ha per oggetto la prestazione di servizi relativi alla sosta, quali:

- Realizzazione e/o gestione delle attività e delle strutture connesse alla gestione della sosta di autoveicoli;

- effettuare attività di sicurezza e vigilanza sulla regolarità della sosta;

- effettuare l’esazione delle tariffe all’utenza.

Gestire internamente la sosta è una scelta politica che questa amministrazione in continuità con l’amministrazione Faglia, ma anche con quella Mariani, intende confermare.

La gestione privata, infatti, fa riscontrare maggiori costi in tutti quei casi in cui sono necessari modifiche temporanee di utilizzo di spazi cittadini.

In riferimento alle attività che ha in carico attualmente TPM, entro il 30 di aprile, pertanto in tempo per l’inizio dell’EXPO, si conta di terminare i lavori al parcheggio del Parco.

Alcune opposizioni hanno contestato la possibilità giuridica e amministrativa della delibera.

ha risposta ad esse puntualmente l'Assessore Debora Donvito che la delibera è un atto "di indirizzo" necessartio ad avviare il cambiamento e la trasformazione della società

La delibera dopo una lunga e anche tesa discussione è stata votata con i 20 voti della maggioranza l’astensione di Cambia Monza e 5 stelle e la non partecipazione al voto delle altre liste civiche, Lega,Ncd e Forza Italia che in questo modo hanno voluto affermare il loro dissenso.

In buona sostanza confermando l’incapacità di proposte e di assumersi le proprie responsabilità in Consiglio Comunale

1800 Caratteri rimanenti


Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?