Vi proponiamo di seguito il resoconto personale di Liliana Teodora Matano sulla convenzione nazionale del Partito Democratico.

Il giorno 3 febbraio 2019 ho avuto la possibilità di poter partecipare alle Convenzioni Nazionali per il Congresso del PD essendo delegato di Monza e Brianza per la mozione Giachetti-Ascani. Ho provato una grande emozione entrando in quella sala, ho ascoltato con attenzione i vari deputati e senatori presenti.

Quando poi ha iniziato Roberto Giachetti a presentare la sua mozione mi si è aperto il cuore e sono sempre più convinta di volerlo sostenere. Mi è piaciuto molto il suo intervento in particolare mi ha colpito la frase “L’unità ci deve essere dopo il Congresso “peccato che in questi 5 anni L’unità non ci sia stata all’interno del Partito. È una persona molto concreta e sono contenta che non voglio restaurare il vecchio PD e voglia una funzione riformista e modernizzatrice, al contrario gli altri due candidati hanno più volte sottolineato. Giustamente vuole evitare determinate alleanze, non possiamo allenarci con i populisti! Mi dispiace vedere la freddezza con cui tanti compagni che hanno condiviso la politica della passata Segreteria ora quasi la rinnovano. Molti punti della sua mozione mi hanno colpito come la voglia di ascoltare e condividere, la sua voglia di cambiamento, L’unità nei confronti dell’Europa e la gestione della immigrazione. È per questo che continuerò a sostenere Giachetti-Ascani! #sempreavanti

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?