Seguici su: FacebookTwitter


''La Villa Reale di Monza verra' di fatto privatizzata per 30 anni''. E' quanto hanno denunciato i rappresentanti dell'opposizione, nella seduta di ieri, del Consiglio comunale di Monza.
La minoranza ha presentato un ordine del giorno per bloccare il bando, emesso da Infrastrutture Lombarde Spa che prevede, quale condizione per realizzare un primo lotto di lavori di 23 milioni di cui 19 messi dalla Regione e 4 dal privato concorrente, la privatizzazione della gestione della Villa Reale per 30 anni.
''Una proposta indecente che sottrae la Villa al Comune di Monza e condiziona pesantemente lo sviluppo successivo fino al completamento dell'opera - hanno tuonato i consiglieri di opposizione -. Un bando che non e' stato sottoposto ne' al Consiglio Comunale, ne' alla Giunta, togliendo alla citta' ogni possibilita' di intervento''. Da parte sua l'assessore al Parco, Pierfranco Maffe', sottolinea che ''Infrastrutture Lombarde e' stazione appaltante per la Villa Reale dal 2007'' cioe' da quando a Monza c'era un'amministrazione di centro sinistra. ''E' stata fatta la scelta di avere la Regione Lombardia nel Consorzio del Parco e Villa Reale e ora Monza non puo' pretendere di trattarla su un piano di parita' - sottolinea Maffe' -. Sarebbe stato meglio che
il bando fosse approvato dall'assemblea consortile ma credo che ci sara' ancora tempo perche' quest'organo possa intervenire sulle modalita' di assegnazione della gestione prima dell'aggiudicazione dei lavori''.(ANSA).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?