Anche il Comune di Milano ha fatto il suo ingresso ufficiale nel Consorzio per il Parco e la Villa Reale di Monza. La delibera, approvata oltre un anno fa dalla giunta Moratti, e' stata ratificata dal Consiglio Comunale di Monza con il voto favorevole al Bilancio di venerdi' scorso.
La norma era stata inserita, come altre, nella finanziaria comunale e stabilisce che il Comune di Milano conferisce al Consorzio la meta' del Parco di cui era proprietario. ''Avrei preferito che l'ingresso avvenisse in modo diverso, con un passaggio esplicito in Consiglio'' ha commentato l'assessore monzese al Parco e alla Villa Reale, Pierfranco Maffe'. Resta invece in sospeso un annoso contenzioso economico tra i due
Comuni, entrambi amministrati dal Centrodestra, per arretrati che Milano non ha mai pagato: una soluzione sarebbe stata raggiunta per circa un milione di euro dovuto a lavori di manutenzione. ''Su queste cifre Monza ci ha presentato le fatture e non c'e' nessun problema'' ha detto l'assessore milanese al Bilancio, Giacomo Beretta. Resta invece in sospeso la questione dei fondi in conto capitale, circa tre milioni secondo Maffe', piu' del doppio, invece secondo Rosario Montalbano, consigliere comunale monzese del Pd che si occupa in modo particolare di Parco e Villa Reale. ''Una cifra che Monza pretende ma che io non ho alcuna intenzione di pagare'' ha tagliato corto Beretta.
(ANSA).

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?