Sintesi dal blog www.gruppopdmonza.it

Il Consigliere Comunale Rosario Montalbano dopo molte settimane ha finalmente acquisito gli atti riguardanti il lavoro del Consorzio Parco e Villa Reale ed in particolare quello che riguarda il Bando Villa Reale.

Una volta letto il materiale il consigliere ha subito notato alcune discrepanze:

1 Il Consiglio di Gestione del Consorzio aveva deliberato un importo di 31.221.000 euro (che e prevedeva interventi sull'intero corpo  centrale, piano terra compreso) , mentre il bando pubblicato da Infrastrutture Lombarde riguarda un importo di 23.385.154,26 e comprende i lavori di “recupero e rifunzionalizzazione” del piano terra.

2 – Il Sindaco Mariani aveva dichiarato , nella seduta di Consiglio Comunale del 31 marzo: “quello che non convinceva completamente il Consorzio era tutto l'intervento che si voleva fare al piano terra, piano sassi, diciamo, dove dovrebbero essere ospitati tutta una serie di servizi a partire proprio dai servizi igienici, al ristoro, sala tempo libero, lettura, book shop che c'è in tutti i musei, ecc. e dato che sono lavori che una volta fatti per i prossimi 50 anni non li sposta più nessuno…e una volta che il privato vince un appalto, l'ha vinto e fa i lavori secondo quello che deve, per cui poi è dura fare retromarcia….. perciò abbiamo preferito chiedere a Infrastrutture Lombarde di frenare un attimino …anche perchè devono fare il progetto definitivo... però una volta che partono i lavori, i servizi indispensabili verranno effettuati comunque. Ecco perchè il bando si limita a 23 milioni...”

3 – All'art. 3.1 della Convenzione si legge: “La gara di concessione di lavori pubblici sarà avviata utilizzando il progetto preliminare opportunamente adeguato”. Montalbano si chiede di quali adeguamenti si trattano e se è stato coinvolto in questa fase lo studio Carbonara, vincitore del concorso internazionale di progettazione.

4 – Dagli atti in possesso del nostro consigliere, sembrerebbe che il Consiglio di Gestione non abbia mai espresso un parere sul progetto nel suo complesso e per questo motivo Montalbano ha chiesto (con l’interpellanza), se non crede che sia dovere del Sindaco portare a conoscenza la città e discutere in Consiglio Comunale il progetto definitivo, visto che, come dice lui, stiamo parlando della Villa Reale di Monza.

Infine il Gruppo del Pd, ha chiesto ufficialmente al Sindaco di adoperarsi con ogni mezzo perchè il bando venga ritirato e che si apra una fase di confronto con l’aula che è la sede più idonea a fornire indirizzi nell'interesse della Città!

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?