Oltre al danno la beffa, come racconta l'interpellanza del capogruppo PD Roberto Scanagatti.

Mercoledì 29 aprile, i residenti delle vie Aliprandi e limitrofe, vedendo il Lambro ingrossarsi e straripare e constatando il mancato intervento del Comune, sono corsi a mettere in salvo le proprie autovetture, mentre nella zona il traffico impazziva a causa dell'alluvione.

I cittadini, sistemate alla meglio le auto, hanno poi dovuto pensare anche a case e cantine allagate. Immaginate quindi cosa hanno provato quando, tornando a recuperare le proprie auto, vi hanno trovato delle multe per divieto di sosta!

Non è una novità che a Monza i vigili urbani siano in numero insufficiente, ma ce ne siamo resi conto tutti, almeno una volta sulla nostra pelle, che quando c'è da battere cassa, anche nei momenti più assurdi o con i metodi più risibili, l'intero corpo (o quasi) è in prima fila. E questo dipende certamente da una mala gestione dei vigili urbani, da un comando inefficiente su cui l'amministrazione non interviene.

Anche noi, da cittadini, siamo stanchi di vederci presi in giro: se sbagliamo paghiamo, cerchiamo anche di ammettere i nostri errori, e ci impegniamo a non sgarrare più.

Ma quando sbagliano le forze dell'ordine, non c'è mai giustizia per il cittadino!

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?