Seguici su: FacebookTwitter

  • Lombardia 2018: Giorgio Gori è il nostro candidato

    giorgio gori programmaGiorgio Gori è ufficialmente il candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni regionali lombarde. Una candidatura che era nell'aria da tempo e che, come specifica in una nota Pietro Virtuani, segretario provinciale, “ha incontrato il sostegno di numerosi altri soggetti politici che insieme a noi vogliono costruire con il sindaco di Bergamo l'alternativa a questi anni di immobilismo della Regione”.

  • Lombardia 2018. Comincia la campagna elettorale di Giorgio Gori

    goriLa campagna elettorale di Giorgio Gori per le elezioni regionali lombarde 2018 comincia ufficialmente sabato 18 novembre alle ore 14.30 presso l'Auditorium de LaVerdi, a Milano. Come scrive lo stesso Gori: “In tanti di voi lo sanno, ma non tutti: sono candidato alla presidenza di Regione Lombardia. Ho alcune idee che voglio raccontarvi e lo farò sabato 18 novembre alle 14.30 all'Auditorium de LaVerdi a Milano. Vi aspetto”.

  • Lombardia 2018: al via la campagna elettorale di Gori. "Ecco la rotta"

    giorgio gori programma“Andiamo a cominciare”. È cominciata, appunto, la lunga rincorsa del nostro candidato Giorgo Gori alla presenza di Regione Lombardia. L'apertura della campagna elettorale, sabato 18 novembre, a Milano, ha dato forma a una sostanza in essere da mesi. Gori è l'uomo del centrosinistra in Lombardia, e lo è da tempo. Sarà lui a contendere una regione ad appannaggio del centrodestra da tanto, troppo tempo.

  • Un cambio di passo in Regione. Ecco perché Gori è la persona giusta

    Pilotto AlbertoSabato scorso Giorgio Gori nella gremitissima sala dell’Auditorium La Verdi a Milano ha definitivamente lanciato la sfida a Roberto Maroni per la Presidenza della Regione Lombardia per i prossimi 5 anni (2018-2023). Un cambio di guida e di rotta che aspettiamo da più di 20 anni per ridare alla nostra Regione quella forza di traino dell’economia nazionale facendo leva sulle capacità imprenditoriali dei suoi abitanti, sulla loro concretezza e sulla necessità di cogliere le opportunità che un mondo che cambia ci mette a disposizione.

  • "Fare, meglio". Ecco il claim di Giorgio Gori per Regione Lombardia

    gori sloganFare, meglio”. È questo il claim di Giorgio Gori e della campagna elettorale che lo porterà a sfidare Maroni e il Movimento 5 Stelle per il governo di Regione Lombardia. Uno slogan che ben descrive la personalità di Giorgio Gori. “Sarebbe stato facile – scrive Gori – scegliere una campagna molto più “gridata” e aggressiva. È questo un consiglio che in molti mi hanno dato: “Sei lo sfidante, grida anche tu”, mi sono sentito dire, “perché oggi chi non grida non viene sentito”. Io invece ho scelto differentemente e vi dico perché”.

  • Il tour brianzolo di Giorgio Gori. Per la Lombardia che vuole cambiare

    giorgio gori parcoIl tour brianzolo del candidato alle elezioni regionaliGiorgio Gori ha lasciato la sensazione di avere finalmente difronte una proposta di governo regionale nuova e innovativa. Gori ha incontrato “numerose realtà del nostro territorio, in un giro senza un momento di sosta perché questa campagna per vincere dovrà essere senza un momento di sosta: dare voce a quella Lombardia che vuole cambiare”, come riporta Pietro Virtuani, il nostro segretario provinciale.

  • Regionali Lombardia. Le cartoline elettorali di Giorgio Gori

    gori cartolineSono disponibili le cartoline elettorali del candidato del centrosinistra alle prossime elezioni regionali lombarde, Giorgio Gori. Sul sito web di Gori è possibile visualizzare le cartoline stampabili e diffonderle sui social, sui propri canali web oppure stamparle per farle circolare offline. 

  • Regionali Lombardia 2018. Scanagatti candidato al consiglio

    scanagattiRoberto Scanagatti si candida al consiglio regionale della Lombardia. A renderlo noto è lo stesso ex sindaco di Monza. “Ho deciso di accettare la candidatura per il consiglio regionale nella lista del Pd a sostegno di Giorgio Gori. Le ragioni sono presto dette. Voglio dare il mio contributo per cambiare il governo della Lombardia e rappresentare al meglio il territorio di Monza e della Brianza. Dopo 25 anni di centrodestra, la Regione più importante d'Italia merita molto di più”.

  • Il programma di Giorgio Gori per le Regionali

    gori sloganIl programma di Giogio Gori è online. Lo potete consultare qui: www.giorgiogori2018.it/programma. È in bozza perché c'è tempo fino al 12 febbraio per inviare suggerimenti di integrazione o di modifica, che verranno letti con attenzione e, se del caso, recepiti. Inviateli alla mail . “Io – scrive Giorgio Gori – nel frattempo ringrazio di cuore tutti coloro che hanno dato il loro contributo, in tutto il territorio. E il miglior ringraziamento per il loro impegno nel formulare proposte è il mio impegno nel realizzarle dopo il 4 marzo”.

  • Come si vota per le Regionali lombarde 2018

    giorgio gori programmaIl prossimo 4 marzo avranno luogo anche le elezioni regionali lombarde. Il numero di consiglieri è fissato a 80 compreso il Presidente della Regione. È eletto Presidente della Regione il candidato che ottiene il maggior numero di voti validi sul territorio regionale. Gli altri 79 consiglieri sono eletti con criterio proporzionale sulla base di liste provinciali concorrenti; un seggio è riservato al miglior perdente tra i candidati alla presidenza.

  • Il decalogo di Scanagatti per una Lombardia migliore

    scanagatti"La Regione più importante d’Italia merita molto di più. - scrive Scanagatti - Dobbiamo guardare ai modelli più avanzati, perché il futuro corre e non ci aspetta. Anche in una provincia ricca di energie positive come quella di Monza e della Brianza, ho toccato con mano le difficoltà e i problemi che vivono i cittadini e le imprese e però constatare quanto gli interessi e le attenzioni della Regione fossero distanti e diversi. Sono davvero convinto che si può e si deve voltare pagina. Che si può e si deve fare molto meglio". Come? Ecco il suo decalogo.

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?