Seguici su: FacebookTwitter

profughiSabato 23 marzo ci troviamo tutti in Piazza Trento e Trieste a Monza per l’evento “BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE!" 

Perché esserci? Sono tanti i perché che motivano l’essere presenti, adesso e in futuro. I venti che spirano nella direzione dell’intolleranza e del razzismo sono sempre più forti, sia a livello mondiale, vedi la strage della moschea in Nuova Zelanda, sia a livello Europeo con gli ultimi colpi di coda dell’Isis. In Italia non si contano più gli atti di razzismo a scapito di persone di colore o religione diversa. La vicenda della nave Mediterranea con a bordo 49 profughi di queste ultime ore, conferma il taglio discriminatorio dell’attuale governo.

Anche il territorio della Brianza negli ultimi anni ha vissuto una forte contraddizione interna rispetto al tema dell’immigrazione. Da una parte, la maggioranza dei nostri concittadini che vive con sospetto e intolleranza la presenza dei migranti nei loro paesi, confermandolo anche attraverso l’espressione di voto.
Dall’altra, una Brianza “reale” fatta di Consorzi, Cooperative e volontariato laico e cattolico che ha saputo esprimere il meglio di sé nell’accogliere, sia i richiedenti asilo con un modello di “accoglienza diffusa”, sia le oltre 70 mila persone che ormai vivono e lavorano con le proprie famiglie in Brianza. Mentre il “volto” della paura ha trovato voce e consenso, quello dell’accoglienza non ha trovato quel riconoscimento che gli era dovuto.

Con il decreto “Sicurezza” quasi tutto il lavoro di accoglienza rischia di andare perso. Più di 700 richiedenti asilo non avranno la possibilità di essere accolti in strutture adeguate, non potranno frequentare i corsi di lingua italiana e avere così un’opportunità d’integrazione e di inserimento nel mondo del lavoro.
Insomma, altro che “sicurezza” avremo centinaia di persone per le strade!

La manifestazione del 2 marzo scorso “People prima le persone” ha dimostrato una coscienza e una presenza che va al di là delle singole organizzazioni. È stato davvero un movimento di popolo.
Anche per l’iniziativa “BRIANZA ACCOGLIENTE E SOLIDALE” di sabato 23 marzo saranno le associazioni, il sindacato, le realtà sociali e culturali della Brianza a promuovere e organizzare l’iniziativa, proprio per rivolgersi a una popolazione più ampia.

Così come per Milano anche per la manifestazione di Monza il ruolo dei partiti e del Pd sarà sì quello di aderire ed essere presenti, ma soprattutto quello di “essere a fianco” dei promotori dell’iniziativa e dei cittadini

Non saranno tanto le nostre bandiere a farci riconoscere, ma i volti di tanti di noi che in questi anni nel partito, nelle associazioni e nelle parrocchie si sono mosse nella direzione proposta dall’appello della manifestazione. Saremo presenti come Pd anche in maniera “creativa” per riuscire, anche attraverso l’ironia, ad esprimere il nostro messaggio per la convivenza e l’integrazione.

Sarà importante esserci il 23 pomeriggio, ma ancora di più esserci dopo, affinché il lavoro di rete e di collaborazione nel centrosinistra e le associazioni continui facendosi carico anche concretamente delle conseguenza che il decreto sicurezza avrà sul nostro territorio.
A Sabato!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?