europaCosa pensano davvero gli italiani dell'Unione Europea? Pensano meglio di quanto il governo voglia far credere. Secondo un’indagine commissionata dal Parlamento europeo due italiani su tre (il 64 per cento) pensano che l’appartenenza all’Unione europea sia positiva per l’Italia. Una percentuale in aumento rispetto a un anno fa, quando era il 49 per cento.

Insomma, la “cura” del governo sovranista gialloverde sembra dare i primi effetti positivi.
In aumento anche il numero degli italiani che hanno una immagine positiva dell’Ue: il 42 per cento, mentre a dicembre 2017 era il 31 per cento. La tendenza verso a un maggiore sostegno dei cittadini all’Ue si è riscontrata – non a caso – in Italia, ma anche in Repubblica Ceca, Grecia, Polonia e Ungheria.

E per concludere, secondo un sondaggio di Swg per La7, gli italiani sono molto preoccupati per le scelte economiche del governo, soprattutto per i due provvedimenti chiave, reddito di cittadinanza e quota cento. Il giudizio sulla manovra, fiore all’occhiello del governo, bussola per capire dove si sta andando e dove si vuole andare in futuro sono poi impietosi:  il 53 per cento degli italiani ha un giudizio negativo, mai così alto negli ultimi due mesi rispetto al 48 per cento dell’ultima rilevazione, a metà novembre, e al 46 per cento del 26 ottobre.  La luna di miele fra cittadini e governi sta finendo?

Utilizziamo i cookie per migliorare l'utilizzo del sito. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?